San Severino Lucano

Abitanti: 1.600
Altitudine: 887

foto7sanseverino


Escursioni e passeggiate:

foto4sanseverino   foto6sanseverino

Si possono fare escursioni libere o guidate a piedi o con automezzi, a cavallo o in Montain Bike e per gli esperti, arrampicate su pareti attrezzate o passeggiate con sci da fondo. A Bosco Magnano è presente un attrezzato Parco Avventura ed è visitabile il recinto di acclimatazione del Cervo.

Di seguito gli itinerari escursionistici:

Torrente Peschiera:
Bosco Magnano, confluenza del Peschiera nel Frido, risalita del torrente Peschiera tra cascatelle e laghetti, il Lavaturo, le Marmitte degli gnomi, sorgente della Dispensa.

Giardini Rocciosi:
Percorso 1 – Rotonda Gole di Jannace, visita breve alle gole, salita in ambiente rupestre dai grandi panorami, tra rocce monumentali ricche di biodiversità, verso la statua bronzea di Maria Santissima del Pollino. Visita al santuario e alla grotta della Madonna.
Percorso 2 - Anello Gole di Jannace, risalita delle gole, santuario e ritorno dai giardini rocciosi

Verso "RB RIDE":  giostra panoramica, opera di Carsten Holler
Da bosco Viscigli a Timpa della Guardia tra scoiattoli, paesaggi, natura e arte

Alla terrazza sul Pollino:
Dall'incrocio San Severino Lucano – Terranova al Monte Pelato

Nel cuore del Parco:
Dal santuario della Madonna di Pollino a tutti gli angoli verdi del Pollino

L'itinerario degli opifici
Visita agli antichi mulini della Valle del Frido

 

Risorse culturali e Turistiche:

foto5sanseverino   foto3sanseverino

Museo Laboratorio Fauna minore in Località Mezzana.
Una rassegna incentrata sulle farfalle a volo diurno, in un susseguirsi di forme, colori, strategie per sopravvivere e si conclude sui mille modi in cui l'uomo le ha celebrate e raffigurate nella poesia, musica, mitologia e nelle svariate iconografie a connotazione artistica o scientifica.

Museo della civiltà contadina a San Severino e quello dell'artigianato a Mezzana, raccolgono le numerosissime ed importanti testimonianze del passato, dell' universale, sapiente e preziosa cultura della civiltà contadina. Utensili e strumenti quotidiani di lavoro e di svago, ingegnosi giocattoli realizzati per i più piccoli, numerosissimi e raffinati oggetti di artigianato locale, mostrano particolari di storie di vita che raccontano della sapienza, della storia, dell'arte, delle tradizioni della popolazione locale.

Esposizione di Cronologia geologico – paleontologico e tre plastici riguardanti il territorio del Parco, il fenomeno carsico e il Mulino Iannarelli, nel Centro Visite del Parco

A pochi metri dal Santuario della Madonna di Pollino, è posta una splendida scultura in bronzo alta 2,20 metri, realizzata dall'artista Daphnè Du Barry, raffigurante la Vergine, una Madonna non statica, ma colta nell'atto di esporre il proprio bambino verso la valle, suggellandone l'immagine benedicente rivolta a tutti gli abitanti della vasta area del Pollino lucano.


Feste e tipicità

Pollino Music festival (primo weekend di agosto)
Festa Madonna di Pollino ( primo giovedì, venerdì e sabato di luglio)
Salita della Madonna di Pollino al monte Pollino prima domenica di giugno)
Discesa della Madonna di Pollino in paese ( seconda domenica di settembre)
Itinerario gastronomico (in agosto)
I sapori autunnali del Parco (in ottobre)
Raduno degli astrofili
Fiera dell'arte e dell'artigianato.
Marathon del Pollino, gara di gran fondo di mountain bike (ultima domenica di giugno)
Corsa dei Briganti del Pollino, gara podistica di montagna (seconda domenica di luglio)
Animazione e intrattenimento durante tutto l'anno

Prodotti tipici

foto1sanseverino   Senza titolo-7

Regina della tavola è la patata di Villaneto nelle due qualità "Marca" e "Paesana". Una prelibatezza per i palati degustabile con ogni prodotto dei campi abbinabile con le delizie del Pollino, dai peperoni di Senise alla Melenzana rossa di Rotonda.

I salumi ricavati da suini allevati in loco a livello artigianale, conservano un profumo ed un sapore antico, inalterato dal tempo.
I funghi rappresentano il prodotto tipico del sottobosco del Pollino e insieme alle fragoline, more, lamponi, castagne e noci deliziano i palati. E il finocchietto selvatico, il ginepro e altri frutti di bosco diventano ingredienti base per deliziosi infusi e liquori artigianali.

Sito ufficiale del comune: www.comune.sanseverinolucano.pz.it