Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Nel corso della tredicesima conferenza Europea dei Geoparchi tenutasi dal 3-6 settembre nel Geoparco di Rokua in Finlandia, la candidatura a Geoparco di tutto il territorio del Parco Nazionale del Pollino, presentata dal Parco è stata validata ed è entrata a far parte delle rete europea e globale dei geoparchi (EGN/EGN).

Parigi 2016 riconoscimento UNESCO    geoparco1

Fra le varie proposte presentate solo 5 sono state accettate e fra queste compare la candidatura del Parco del Pollino che diventa il decimo Geoparco italiano.
Tale risultato è la conclusione di un lavoro lungo e complesso, che nel mese di Luglio 2015 è culminato con la visita ispettiva di due valutatori (Tony Ramsey, Antonio Duarte) nominati nella seduta dell’8 aprile 2015 dalla segreteria GGN in UNESCO.
La visita ispettiva è stata supportata dalla struttura del Parco Nazionale del Pollino, con la collaborazione del Corpo Forestale (CTA), dei docenti universitari (Muto, Piluso Robustelli e Rizzo) investiti dai due rettori dell’università della Calabria e della Basilicata, Crisci e Sole, dell’Università di Firenze con il Prof. Lo vetro, per la grotta del Romito, e con la piena collaborazione delle amministrazione nei cui territori ricadevano le località visitate (Papasidero, Civita, Terranova del Pollino, San Costantino Albanese Viggianello).
Il 17 novembre 2015, i 195 Stati membri dell'UNESCO, nell’ambito della 38° Sessione Plenaria della Conferenza Generale dell'UNESCO, hanno riconosciuto la Rete dei Geoparchi Mondiale quale Progetto prioritario dell’UNESCO. Tutti i 120 membri della Rete Globale dei Geoparchi hanno quindi ottenuto il riconoscimento di Unesco Global Geopark. Tra questi è presente il Pollino Geopark e da ciò ne consegue che tutto il territorio del Parco del Pollino è entrato a far parte del Patrimonio dell’UNESCO.
Tale ulteriore straordinario risultato rappresenta oltre che motivo di orgoglio per il nostro territorio, anche un fondamentale impulso alla corretta gestione, tutela e valorizzazione della Geodiversità e del sistema ambientale -culturale del Parco del Pollino, in quanto Patrimonio dell’UNESCO
L’UNESCO Global Geoparks contribuirà ad aumentare la consapevolezza della Geodiversità e alla promozione delle migliori pratiche di protezione, istruzione e turismo.
Insieme con i siti del patrimonio mondiale e riserve della biosfera, UNESCO Global Geoparks, forma una gamma completa di strumenti di sviluppo sostenibile e dà un prezioso contributo alla realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030, combinando le prospettive globali e locali.
A supporto di tale importante risultato il Parco Nazionale del Pollino ha prodotto una Pubblicazione in Italiano/Inglese: Parco Nazionale del Pollino: geositi, patrimonio naturale e culturale,(autori:geol. L. Bloise e ing. E. Calabrese) che partendo dalle principali emergenze geologiche mette a sistema e sintetizza tutte le principali peculiarità ambientali e culturali del parco del pollino, infatti i geositi individuati sono stati organizzati in sistemi territoriali omogenei, dal punto di vista geologico e geografico, e correlati con le altre peculiarità paesaggistico- ambientali e storico culturale presenti sul territorio.

Foto Finlandia sett 2016 riconoscimento candidatura Geoparco   Luglio 2016 Visita ispettiva per la candidatura a Geoparco

 

 

Attività e progetti

I Paesi del parco

Ospitalità

Riconoscimenti

  • cets per sito
  • geoparco per sito
  • iso